Sognando un autunno tinto d'azzurro

 

Archiviati i grandi giri, il mondo del ciclismo pedala compatto verso gli appuntamenti iridati di Bergen, in Norvegia. E come tutti gli italiani, anche noi incroceremo le dita nella sincera speranza di vedere un azzurro primeggiare nel Mondiale dei fiordi.

Il mondo amatoriale, invece, ha ormai santificato tutti gli appuntamenti più importanti, anche se - per chi vuole continuare a pedalare - non mancano nel calendario le occasioni per allungare la stagione. A chi, invece, ha già appeso la bicicletta al chiodo, auguriamo buon riposo, magari aspettando la nuova edizione dell'InBici Top Challenge, che qui presentiamo in anteprima nazionale.

Per il resto, la stagione autunnale offrirà l'abituale bouquet di fiere ciclistiche, tra cui eccelle - noblesse obblige - il Cosmobike di Verona, per numeri e progettualità la più importante kermesse continentale dedicata al mondo delle due ruote.

A tal proposito, non possiamo non sottolineare le difficoltà dell'ultimo Eurobike di Friedrichshafen, dove la diminuzione congiunturale di visitatori e l'assenza di alcuni grandi brand industriali hanno, di fatto, aperto ufficialmente la crisi di una formula che - per mille ragioni (non ultima la collocazione nel calendario) - impone a tutto il settore una profonda riflessione.

E allora, con l'auspicio di un autunno colorato d'azzurro, ringraziamo i nostri lettori per averci scelto, augurando a tutti "buona lettura"!

 

Maurizio Rocchi